Box Doccia, guida alla scelta


La doccia oggi ha subito una rivisitazione concettuale dipendente soprattutto dalla funzionalità e dall’estetica. Non è più un semplice e veloce modo per lavarsi, ma rappresenta una scelta di campo che porta a dedicare tempo a se stessi badando anche all’aspetto estetico dell’arredo. Una componente determinante per una doccia è senza dubbio il suo box. Il box doccia è qualcosa che riveste notevole importanza nella scelta, per praticità, stile e funzionalità. Il settore si è evoluto grazie a nuove tecnologie costruttive e nuovi materiali, e la scelta della giusta cabina dipende anche dalla doccia stessa.

Box Doccia su misura

Siamo in un’era in cui vige il principio della personalizzazione. I prodotti standard trovano sempre minor spazio, soprattutto in casa e nei bagni. La posa di piatti doccia su misura richiede che anche il box sia compatibile e quindi va ordinato e costruito ad hoc per l’applicazione specifica.
Vantaggi: i vantaggi di un box doccia su misura è che è fortemente personalizzabile e quindi realizzabile rispondendo alle richieste del cliente, sia nei materiali che nei colori. E’ possibile beneficiare di un box doccia su misura potendolo avere secondo le necessità e gli spazi a disposizione.
Svantaggi: essendo realizzato appositamente diventa un pezzo speciale e quindi la sua produzione richiede un tempo maggiore. Inoltre è possibile che anche alcuni componenti siano fuori standard e dunque non sempre disponibili. Il prezzo è solitamente superiore rispetto ad un prodotto già in commercio.
Prezzi: rispetto ad una cabina doccia standard, un box doccia speciale ha un costo superiore in quanto va realizzato appositamente e richiede anche il rilievo delle misure.

Box Doccia con idromassaggio

La doccia oggi è divenuta tecnologica e permette una miglior funzionalità. Cromoterapia, idromassaggio, getti potenti e addirittura vapori e fumi: anche i box devono adeguarsi e avere determinate caratteristiche.
Vantaggi: per resistere a getti a pressione elevata, per non influenzare i colori della cromoterapia e soprattutto per sostenere la struttura della doccia, i box devono essere resistenti e robusti. Solitamente in vetro di elevata qualità, facilmente pulibile.
Svantaggi: le dimensioni sono solitamente più ingombranti rispetto ad un normale box doccia. Inoltre in caso di ricambi o rotture si è legati al marchio produttore. Per l’installazione e la posa è meglio rivolgersi a personale esperto.
Prezzi: sono mediamente più costosi perchè realizzati con materiali speciali, come vetro temperato con trattamento anticalcare, struttura cromata in acciaio o alluminio.

Box Doccia a soffietto

Rappresenta la scelta più standardizzata e più economica. Il box doccia a soffietto è realizzato solitamente in PVC ed è in grado di ridurre gli ingombri, rappresentando una soluzione pratica e versatile. Il soffietto infatti può essere esteso a copertura di diverse lunghezze, a seconda dei casi, potendo anche tagliere le guide rendendole della misura richiesta.
Vantaggi: economico, semplice da installare (anche con operazioni fai da te), a ingombro ridotto, con la possibilità di scegliere la parte di apertura in fase di montaggio, facilmente acquistabile e compatibile con la maggior parte dei piatti doccia in commercio. Volendo, per alcuni modelli, c’è la possibilità di tagliarlo a misura per poter semplificare la posa. La struttura solitamente non appare molto solida.
Svantaggi: materiale piuttosto povero, meno stabile rispetto ad altre soluzioni, rumoroso in fase di apertura e chiusura, col tempo potrebbe perdere la tenuta della guarnizione e fuoriuscire acqua, ingresso e uscita talvolta difficoltose per le persone di robusta corporatura. Non sempre risulta semplice da mantenere pulito, soprattutto se non ha un trattamento anticalcare sulla superficie.
Prezzi: i box doccia a soffietto si caratterizzano per essere soluzioni economiche sia all’atto di acquisto che per eventuali ricambi.

Box doccia per la vasca

Il box doccia per la vasca è una soluzione che ultimamente sta riscontrando grande successo e il merito è della flessibilità che si ottiene. Non è certo una doccia ex novo, ma si può scegliere se fare il classico bagno oppure preferire la doccia adattandosi all’ambiente. L’installazione avviene in maniera semplice e il costo è abbastanza contenuto, ma soprattutto è molto pratico e in caso di non utilizzo può essere ripiegato riducendo molto l’ingombro. Una volta esteso è come fosse una paratia che poggia sul bordo della vasca da bagno per quasi tutta la sua lunghezza.
Vantaggi: costo ridotto e installazione semplice sono i vantaggi principali. Soluzione pratica e funzionale quanto basta.
Svantaggi: il box doccia per la vasca non è certo esteticamente accattivante e originale, non ha la tenuta stagna di una cabina doccia e quindi bisogna maneggiare la doccia con maggiore accuratezza onde evitare che possano bagnarsi le piastrelle del pavimento.
Prezzi: soluzione economica che non richiede grandi competenze per l’installazione e per la manutenzione.

Box Doccia in cristallo temperato

I box doccia in cristallo temperato sono solitamente quelli migliori. Essi possono essere abbinati ad una doccia tecnologica ma possono anche circondare una piatto doccia normale, anche a filo pavimento. Estremamente trasparenti e resistenti, si mostrano in prevalenza idonei all’installazione in grandi spazi, poiché loro apertura è solitamente a battente (ma esistono anche box doccia in cristallo con apertura scorrevole). Facilmente lavabili hanno una superficie cristallina che dona solidità al sistema, ma necessitano di robuste strutture per l’intelaiatura.
Vantaggi: materiale di qualità, vetro resistente, estrema trasparenza, facile da pulire, duraturi nel tempo, grande tenuta e isolamento, sicuro in caso di rottura (anche se potrebbe apparire strano, dovesse infrangersi andrà in milioni di piccolissimi pezzi non taglienti). Esteticamente molto elegante e poco invasivo rilasciando quasi un’impressione minimalista.
Svantaggi: richiedono in genere spazi grandi per il tipo di apertura di cui si avvalgono, richiedono un’installazione estremamente precisa all’interno di un telaio robusto, solido e ben fissato.
Prezzi: decisamente più alti rispetto ad una soluzione in PVC a soffietto e anche la ricambistica prevede un prezzo impegnativo.

Come scegliere la migliore soluzione per un Box Doccia

Il box doccia deve essere correlato alla doccia, agli spazi a disposizione e alla tipologia di piatto doccia. Inoltre è utile ricordare che è proprio la cabina doccia che farà da elemento condizionante per l’intero arredamento del bagno. Una doccia moderna inviterà ad arredare l’ambiente con uno stile moderno, mentre un box doccia a soffietto in PVC oppure per vasca da bagno potrebbe prestarsi maggiormente ad una linea stilistica più classica e standard.
In alcuni casi la scelta è obbligata, sia per compatibilità con il piatto doccia esistente, che per gli spazi. Talvolta è imposto un box doccia su misura, che può essere in PVC, in policarbonato oppure in vetro a seconda del proprio gusto.
Esistono abitazioni che hanno una doccia di servizio, magari in garage o nel locale lavanderia oppure in un bagno secondario: in questo caso è da privilegiare la scelta funzionale optando per una cabina doccia a soffietto oppure, in caso di vasca da bagno già esistente un box doccia compatibile per vasca.
Volendo realizzare qualcosa di veramente originale, il vetro è da preferire installando box dalle forme tondeggianti e quasi minimalisti.